Fondazione Rosa d’Argento


LA FONDAZIONE ROSA D’ARGENTO – ONLUS / Ente del Terzo Settore

FRISL 1997 – La gara regionale per la costruzione di nuove R.S.A.
25 anni fa la Regione pubblicò un Bando destinato al finanziamento di nuove Case di Riposo per anziani non completamente auto-sufficienti. Poiché da qualche tempo stava maturando in paese l’idea di destinare a tale scopo l’ex canonica di Via S.Carlo, abbandonata da decenni e in stato di avanzato degrado, non si poteva lasciar scappare l’occasione.


Comune e Parrocchia danno vita alla Fondazione
Per partecipare al Bando occorreva dar vita ad una Fondazione, darle una ‘dote’ e preparare un progetto. In poche settimane Comune e Parrocchia trovarono l’accordo e deliberarono di conseguenza nei rispettivi organi decisionali. Il 28 febbraio 1997 fu sottoscritto l’Atto Costitutivo della Fondazione come Ente di Diritto Privato. La Parrocchia portava in dote il terreno della ex canonica. Il Comune portava l’area per il parcheggio e una striscia di terra per ampliare il giardino, e oltre 500.000 euro di contributo a Fondo Perduto.


Lo Scopo della Fondazione
Lo Statuto stabilisce che la Fondazione persegue finalità di solidarietà sociale, assicurando il funzionamento (con una gestione diretta o indiretta) di una Residenza Sanitaria destinata a persone anziane parzialmente o totalmente non autosufficienti.

Il Progetto presentato e premiato
In pochissime settimane lo Studio Arch. Motta preparò il progetto che doveva tener conto dei vincoli del Bando Regionale (minimo 40 posti letto) e di quelli ancora più stringenti della Sovrintendenza, trattandosi di area protetta di alto valore storico e culturale.


Il risultato della gara regionale
A causa di alcuni ricorsi (che non riguardavano il nostro progetto) la pubblicazione della classifica venne ritardata di qualche anno, ma il risultato fu per noi molto buono: il nostro era nella ristretta lista dei progetti premiati (una trentina). Avremmo beneficiato di un finanziamento a Fondo Perduto di euro 668.868 oltre a un prestito di euro 1.560.694 da rimborsare in 20 anni senza interessi. Un grande risultato, soprattutto pensando al centinaio di progetti totalmente esclusi dai contributi.


Il mutuo bancario
Per partire coi lavori con un minimo di tranquillità fu necessario integrare i generosi finanziamenti ricevuti con un mutuo di euro 800.000 .


La posa della prima pietra, l’inaugurazione della struttura, i primi ospiti
Finalmente, in data 19 aprile 2001 fu posata la prima pietra della nuova struttura, che fu inaugurata in data 8 dicembre 2004. Il 6 giugno 2005 furono accolti i primi ospiti della R.S.A. e il 6 febbraio 2006 arrivarono anche i primi ospiti del Centro Diurno.


La posizione finanziaria netta
A fine 2021, per la prima volta dal 2001, il saldo attivo del c/c/ bancario della Fondazione era superiore al totale dei debiti residui (Regione Lombardia, ultima rata nel giugno 2022 – BPM, ultima rata nel dicembre 2023). Questo risultato ci consente di affrontare con maggiore tranquillità il prossimo gravoso impegno per il Nuovo Padiglione che dovrebbe sorgere sull’area dell’ex-asilo parrocchiale contigua all’attuale struttura.


Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione
Il CdA viene rinnovato ogni quattro anni ed è composto da: tre rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, due rappresentanti della Parrocchia, due rappresentanti dell’Associazione Amici della Rosa d’Argento.
Tutti gli incarichi sono a titolo gratuito.